Lettori fissi

domenica 8 settembre 2019

Trenino Rosso del Bernina


Buongiorno; come state?
Io così, così, i problemi di ogni genere non mancano, ma cerco di andare avanti alla meno peggio!
Viaggiare mi piace molto e anche fare vacanze o soggiorni ma in questi ultimi anni ho scordato cosa vogliano dire queste parole, perchè non posso economicamente permettermi nulla.
Per fortuna ci sono le offerte last minut e le amiche! Già...le offerte sapete cosa sono, le amiche anche, ma le mie sono speciali.
Mirella generalmente è sempre molto cauta, restia, riflette prima di prendere decisioni e invece questa volta come le ho fatto vedere la proposta di un'agenzia di viaggi....mi sono ritrovata iscritta tra i partecipanti! Sono rimasta stupita e piacevolmente sorpresa, anche perchè in genere proprio il costo è ciò che mi frena, ma era fatta! Così ieri 7 settembre 2019 dopo una notte insonne per l'agitazione....(come i bimbi quando vanno in gita scolastica)alle 5.00 pronte al ritrovo e partenza...destinazione Tirano. Quindi eccoci in visita al Santuario Basilica della Madonna di Tirano e poi prender posto sul Trenino Rosso del Bernina.
Purtroppo la foto che ho allegato non è mia ma presa dal web, non ho avuto il piacere di vedere l'azzurro del cielo, ma tante nuvole e un po' di pioggia nel pomeriggio quando ormai si affrontava il viaggio di ritorno.
Bello, mi è piaciuto e sono stata molto contenta di fare questo viaggio, forse come tutte le cose quando le si aspetta a lungo e le si idealizza troppo, finiscono con il deludere, a causa delle aspettative troppo alte. Più che altro diciamo che fatto in un giorno è molto impegnativo, abbiamo passato la nostra giornata su bus e trenino. Abbiamo avuto tre ore per una rapida visita di St. Moritz per il resto siamo sempre stati seduti su mezzi di trasporto. Tornate a casa alle 24,30 quasi non ci è sembrato vero....ma davvero ci siamo state?
Se vi capita l'occasione non fatevela sfuggire e andate anche voi!
A prestissimo un abbraccio Gisella

mercoledì 24 luglio 2019

E poi, la vita continua!

Ciao a tutte, come sempre la vita corre molto veloce, ed io arranco per cercare di stare al passo ma ho l'impressione di non riuscirci.
Vado avanti e non penso troppo...altrimenti mi deprimo perchè i problemi non mi mancano di certo!
Credo che queste siano le parole che moltissime di voi potrebbero pronunciare e quindi tagliamo corto. Sono qui per lasciarvi un saluto e augurarvi buone vacanze, io ho già avuto la mia pausa vacanze, sono rimasta a casa e sono trascorse velocissime.
Spero al più presto di poter pubblicare le foto di un lavoro all'uncinetto che sto ultimando, da tanto non lavoravo più, è stato bellissimo lavorare un filo e vederlo trasformato....solo vado molto a rilento perchè mi viene un dolore al braccio e alla schiena, per non parlare della cervicale!!!
Un abbraccio e speriamo che le temperature calino un po', a presto Gisella

martedì 19 marzo 2019

Ho ricevuto un regalo speciale.

Ciao amichette virtuali,
ultimamente sono rimasta parecchio tempo in casa perchè mi sono fatta male al lavoro e sono stata obbligata a fermarmi. Tranquille, tutto sembra essersi risolto al meglio e soprattutto non è stato troppo grave. Alla conclusione di questo periodo ho ricevuto un regalo da mio figlio Simone...mi ha portata in gita a Milano!
Non ci crederete, io nata, cresciuta e tuttora abitante a Torino non ero mai stata a Milano!
Purtroppo problemi di salute non mi consento di essere agile, scattante e camminatrice come vorrei e questo mi causa parecchia sofferenza ..... non è facile accettare a 51 anni il decadimento, il cedimento del corpo che non risponde, non obbedisce alle mie richieste. Viviamo in una società dove dobbiamo essere tutti belli e in forma fino alla morte, quindi mi sento molto limitata. MA...
nonostante questo sono stata a Milano e ho visto..il Duomo, il Castello Sforzesco, il Parco Sempione, la Galleria Vittorio Emanuele, l'Arco della Pace, piazzale Cadorna dove ho potuto vedere la scultura in due parti di Ago, filo e nodo che mi ha colpita per la modernità e poi per noi che ricamiamo vedere ago e filo....beh solo voi potete capirmi!!
Ho visto tanto altro, ma soprattutto ho trascorso del tempo prezioso e bellissimo con mio figlio. E' bellissimo che lui abbia voluto dedicare a me una giornata del suo tempo libero, del suo weekend regalandomi ricordi ed emozioni che mi apparterranno per sempre...grazie Simone!
Fin qui...un viaggetto di una giornata, niente di chè direte voi ed avete ragione. Però, già c'è un però...girovagando per la città siamo finiti volutamente a Brera per cercare un locale che un'amica aveva consigliato a mio figlio per un dolcino e una pausa relax ed abbiamo percorso stradine e viette molto graziose imbattendoci per puro caso in un negozietto artigianale che si chiama La Zacca.
Entrando per curiosare mi è sembrato di approdare in un altro pianeta, la titolare Mayumi è giapponese ed è di una gentilezza che definire squisita mi sembra ancor poco. Vende oggetti creati da lei con origami o con creazioni di stoffa, orecchini, collane, braccialetti, borsette e vende anche oggetti provenienti dal Giappone. Io non faccio mai pubblicità o elogi pubblici ma nella frazione di pochi secondi questo locale e la sua proprietaria mi hanno trasmesso dei sentimenti, delle sensazioni che non riesco a descrivere ma estremamente positivi. Se avete voglia cercatela in internet sui social e date un occhiata.
Grazie se siete arrivate a leggere fin qui, mi sono lasciata trasportare e forse mi sono dilungata troppo, un abbraccio Gisella

mercoledì 6 marzo 2019

Ogni tanto tornare

Ciao a tutte,
tornare ogni tanto qui è come tornare in un porto sicuro. In questa vita si naviga tanto, a giorni in acque tempestose altri in acque tranquille ma quando si approda qui, tutto è come sempre.
Ci sono le amiche che nonostante la lontananza, nonostante il tempo passato, nonostante i silenzi sono sempre qui. Magari non ci sono tutte, ma rivedere volti familiari da un senso di pace al cuore.
E' come approdare in un isola felice, lontano dai problemi del mondo e dalla frenetica vita quotidiana.
Ultimamente la vita mi sta mettendo alla prova, e questo "ultimamente" vuole riferirsi agli ultimi anni....qualche amica mi ha detto meno male che tu non perdi mai l'umorismo e affronti tutto con ironia! Cosa cambierebbe se mi disperassi per ogni disavventura? Nulla, e allora almeno in apparenza, anche se dentro si scatena un uragano, cerco di rialzarmi e continuare, proseguire, perchè questa è la vita....forse non è così per tutti, non importa...questa è la mia vita.
E allora buona vita a tutti e ogni tanto torno per un saluto caloroso. Gisella

lunedì 22 ottobre 2018

E' ora di riprendere in mano le redini.

Buongiorno a tutte, ammesso che qualcuno ancora ci sia.
Io sono finalmente qui e sto cercando di riprendere in mano le redini della mia vita, questo anno 2018 mi è trascorso tra una preoccupazione e l'altra senza che neanche me ne accorgessi. Per fortuna mi restano un paio di mesi e spero di fare qualcosa di creativo, qualcosa per me, per la mia casetta, di essere un po' più presente.
Ad inizio marzo ho affrontato la tanto temuta udienza di separazione, poi ho perso il lavoro e qui è iniziata un odissea...ho cambiato 4 posti di lavoro e ho finalmente raggiunto un miraggio...il tempo indeterminato.
Nel frattempo ho sostenuto 2 test scritti e una prova orale superando il concorso OSS e ora sono in attesa di graduatoria definitiva e spero che tutta la fatica sostenuta per studiare con impegno nonostante i miei 51 anni venga ripagata. Non è stato facile e soprattutto studiare per me è davvero molto impegnativo. Non credevo di diventare così ansiosa e affrontare un interrogazione orale si è verificato più devastante emotivamente di quanto avessi previsto.
Comunque tutto passa e tra una cosa e l'altra il 2018 sta volgendo al termine e io non me ne sono neanche accorta. Adesso mi sta crollando addosso tutta l'ansia,  sto scaricando gradualmente rilassandomi e ...sono sempre stanchissima ma non mi voglio arrendere. Ho finalmente la testa più leggera,  libera e ho ripreso a leggere ma non vedo l'ora di riprendere in mago ago, filo e uncinetto.
Spero di avere presto qualcosa da farvi vedere, per ora vi abbraccio e vi saluto con molto affetto.
Alla prossima Gisella

mercoledì 9 maggio 2018

Un inaspettato invito a cena che ti riporta la voglia di dire che la vita è bella!

Buongiorno, come state?

Ho riletto velocemente il mio ultimo post e devo dirvi che le bastonate dalla vita sono continuate e forse stanno continuando ma...ogni tanto un raggio di sole c'è e allora perchè non goderne??
Volete un riepilogo veloce veloce??
L'8 marzo udienza in tribunale per la separazione, poteva andare molto meglio ma anche peggio...quindi archiviamo così.
Contratto di lavoro scaduto il 31 gennaio rinnovato per soli 2 mesi, scaduto al 31 marzo e finito così, dopo due anni di servizio totale durante i quali ho vissuto quasi solo ed esclusivamente per il lavoro...arrivederci e grazie.
Cercato altro lavoro, trovato ed iniziato...terminato dopo 8 giorni lavorativi perchè davvero insostenibile e non mi è stato neanche retribuito.
Avuto altra offerta, accettata e ora sto proseguendo....non è follemente entusiasmante ma è accettabile e visto che ho tanto bisogno di uno stipendio vado avanti.

Ma...veniamo al titolo del mio post.....un invito inaspettato a cena da parte di mio figlio Simone per festeggiare la festa della mamma. Certo la festa della mamma è domenica prossima ma gli impegni di ognuno di noi e soprattutto il mio lavoro che non conosce feste e festività impone di vivere quando si può!!!...poi chi come me ha i capelli bianchi ricorderà che un tempo si festeggiava proprio l'8 maggio.
Un locale carinissimo e particolare, gestito da persone gentilissime, cortesi e soprattutto molto attenti a coccolare i clienti, dove cibarsi di cose fatte a mano, fresche e genuine seppur "giovanili" come patatine fritte, hamburgher, una birra bionda leggera per una mamma che non beve mai  e che  dopo il primo sorso è già brilla....e allora via alle confidenze.
 Confidenze tra mamma e figlio....con il cuore in mano, quelle che sono così difficili da fare eppure guardandosi negli occhi, ecco le chiacchere più sincere.
E allora GRAZIE SIMONE per avermi regalato il tuo tempo, la cena e questo ricordo così indelebile nella mia mente che nessuno potrà rubarmi o scalfire. Ti voglio tantissimo bene anch'io e ho apprezzato tantissimo.
Oggi care amiche, ho tanta voglia di vivere come non mi capitava da tanto tempo....un abbraccio e un bacione la vostra Gisella

mercoledì 31 gennaio 2018

Se una cosa può andare diritta....sicuramente andrà storta!

Ciao carissime,
eccomi come promesso per farvi sapere come procede. Devo dire che sono abbastanza stufa di prendere bastonate dalla vita, nonostante io sia  sempre pronta a dire che va tutto bene, che ogni giorno sono pronta a rialzarmi e  a combattere .....sta diventatando dura e pesante.
Riguardo al lavoro ieri la fatidica riunione per il rinnovo del contratto e dopo 18 mesi di lavoro .....
mi hanno rinnovata per 2 mesi!!! Mi sono sentita derisa, presa per il sedere e sfruttata.
Di personale c'è bisogno, infatti sono state assunte altre tre persone nuove, io credo non abbiano nessuna intenzione di fare contratti a tempo indeterminato e quindi qualsiasi scusa va bene e soprattutto cercano di stufarti in modo che sia tu a lasciare il posto e non loro a licenziarti.
Mah...che dire? Da oggi sono alla ricerca di altro lavoro, decisamente impaurita dalla possibilità di restare disoccupata con una casa e due figli sulle spalle.
Per ora vi abbraccio forte forte e spero davvero che qualcuno da lassù si ricordi che esisto anche io !!
Baci a tutte Gisella

PS: Dimenticavo...ho la bronchite! 

sabato 27 gennaio 2018

Mamma mia come corre il tempo...

Ciao a tutte,
come mi passano veloci le giornate, come mi corre il tempo... non riesco più a fare tutto ciò che vorrei, sono sempre stata un po' lenta e in corsa per riuscire a fare tutto o quasi, ma ultimamente è diventato impossibile fare tutto.
Posso ancora rinnovarvi i miei auguri di Buon Anno? Ormai Gennaio è agli sgoccioli e con esso il mio contratto di lavoro a tempo determinato....confesso che ho un po' paura...ma non mi metto a lagnarmi, è anche per questo motivo che non sono venuta prima, perchè il rischio di fare un elenco di paure, angosce e quant'altro era molto alto. Oggi posso dirvi che martedì mattina sono stata convocata dalla direttrice alle 10,45 per il rinnovo del contratto...non so per quanto e a quali condizioni ma vi farò sapere appena possibile.
In questa ultima settimana la salute mi ha abbandonata, prima mi sono svegliata un mattino con un braccio livido e dopo tre giornate in pronto soccorso, tre prelievi ed esami del sangue, un ecografia...ne so tanto quanto prima. Forse è stata flebite ma non ci sono certezze, il tutto accompagnato da un'infiammazione tendinea che non si sa se sia stata la conseguenza o la causa. Insomma niente di grave ma niente di certo.
Adesso ho una bronchite con i fiocchi e i controfiocchi ma dopo 2 giorni di mutua devo assolutamente tornare al lavoro perchè il momento è critico...quindi domani riprendo.
Inutile dirvi che non vi abbandono mai, un giretto veloce nei vostri blog lo faccio quasi sempre e sinceramente aspettto di riprendere a creare...chissà...forse posso riuscirci.
Ah...volete sapere una cosa?? Ho avuto il piacere di stringere la mano a Samanta Cristoforetti l'astronauta....che emozione! Mi sono sentita piccola piccola e tanto ignorante davanti ad una persona così istruita e di un apertura mentale che forse per me è inimmaginabile.
Ok ora vi saluto, vi abbraccio tutte e ci sentiamo presto così vi dico che fine farò al lavoro.
Baciottoli Gisella

domenica 31 dicembre 2017

Nessun dolore, nessuna emozione.

Ciao!
Eccomi puntuale per farvi gli auguri di un buon anno nuovo, mi spiace molto non avervi fatto gli auguri di Natale, però ho lavorato, ho fatto le notti e ho avuto Simone malato con un gran febbrone, passare dal blog non è stata una priorità anche se vi porto sempre nel cuore.
Una grande amica di Livorno mi ha fatto arrivare un paccone di passamanerie e pizzi, contenuti in una busta porta schemi punto croce ricamata da lei che mi ha emozionato, facendomi piangere come una bambina. Più che per il regalo in se (che è graditissimo) per il fatto che qualcuno abbia un pensiero per me...sono così abituata ad essere solo punita per gli sbagli commessi e mai gratificata che sono più che mai convinta di non meritare nulla....dalla vita ,dagli amici e dai conoscenti.
Come sempre con le festività si pensa, si ripensa e si rimugina, quindi non sono mai troppo positiva, per questo evito di venire a scrivere perchè non voglio rattristare altri con le mie riflessioni negative.
Sappiate che è difficile essere positivi quando anche i propri genitori rifiutano l'invito a trascorrere insieme il pranzo di Natale dicendo che non c'è niente da esser lieti e per cui festeggiare....
beh....io in questi ultimi mesi ho imparato ad esser lieta anche solo per essere viva!
Com'è giusto sia, i figli sono entrambi con amici e relativi fidanzati in località montane  per aspettare il nuovo anno io sono sola ma .....Dio vede e provvede....lavoro.
Lavoro questa notte e anche la prossima così non avrò tempo per pensare e infatti sono qui come anestetizzata senza dolore, senza emozione per questo anno che ci lascia e per il prossimo che tra poche ore arriverà. Forse è strano ma non ho aspettative o desideri....ho solo bisogno di lavorare, lavorare e lavorare...visto che al 31 gennaio scade il mio contratto di lavoro.
Intanto guardo gli altri festeggiare, mangiare, brindare, ballare e divertirsi come in un film che non mi tocca e non mi sfiora.
Sono davvero felice e se riuscite festeggiate anche per me che non ne ho voglia e tempo, auguri, sono sincera, non è un augurio sarcastico ma di cuore...BUON ANNO e grazie a chi ha ancora voglia di seguirmi. Baciottoli grandi grandi Gisella


sabato 18 novembre 2017

Per gli amanti dei gatti

Buongiorno carissime come state? 

Questo è l'ultimo libro letto....in realtà è un librettino di facile e veloce lettura. Io amo i gatti, ne ho avuto molti e questa lettura ha evocato in me dolci ricordi, facendomi a volte sorridere e  volte commuovere. Vi abbraccio e  vi  consiglio questa lettura. Bacioni alla prossima Gisella